Vestire Gli Ignudi

(di Luigi Pirandello)

Trama:

Vi sarà capitato qualche volta di mentire, non per malizia o per nuocere, ma solo per ben figurare al cospetto degli altri.
Accade soprattutto quando si vivono momenti in cui pesa essere ciò che siamo o siamo stati. Il dramma di Ersilia Drei sta proprio in questo: non aver trovato nella propria esistenza un modo in cui “consistere”, costretta sempre a vestire gli abiti che altri, più forti di lei, le hanno fatto indossare. E non riuscire neanche con la menzogna, salvifica per la sua immagine davanti al mondo, ad avere un abito dignitoso con cui uscire definitivamente di scena. La strada e “gli altri”, più o meno estranei, più o meno consapevoli, sono un nemico spietato e invincibile. Tornano nel dramma molti dei temi pirandelliani di sempre, più intimisti e dolenti.
Grande personaggio femminile, specie per chi si riconosca in lei per una qualche parte di sé, Ersilia resta a lungo nella memoria.

Interpreti:

  • Ersilia Drei: Elisa Rivoira
  • Lodovico Nota: Mauro Bocci
  • La Signora Onoria: Pia Ghigo
  • Alfredo Cantavalle: Andrea Fenoglio
  • Franco La Spiga: Mattia Magra
  • Emma: Lucetta Paschetta
  • Il Console Grotti: Federico Raviolo

Regia: Valerio Dell’Anna

Spettacolo a cura della compagnia: “La Scossa”.

Articoli:

Targato CN

Cuneocronaca

Ecco alcune foto dello spettacolo:

The Flash Player and a browser with Javascript support are needed.