Tommaso Moro

di Silvio Pellico

Trama:

Inghilterra, inizi del secolo XVI. Il re enrico VIII Tudor, inizialmente avverso ai protestanti, viene a contrasto con il Papa Clemente VII, che non intende concedergli l’annullamento del suo matrimonio con caterina d’Aragona. Con l’aiuto di Sir Cromwell, nomina arcivescovo di Canterbury un protestante suo amico e da lui ottiene lo scioglimento del vincolo matrimoniale, sposando quindi anna Bolena. Scomunicato dal papa, Enrico fa approvare dal parlamento l’tto di Supremazia, fondamento della Chiesa anglicana: una chiesa nazionale, con a capo il Re. Sono soppressi e bruciati i conventi; i cattolici che coraggiosamente rifiutano di accettaer le decisioni del re sono mandati al patibolo. tra questi ci è il cancelliere del regno Tommaso moro, pensatore politico e umanista, amico di erasmo da Rotterdam. Moro è stato dichiarato Santo dalla Chiesa cattolica che ha riconosciuto in lui un martire della fede, per avere affrontato la morte piuttosto che prestare giuramento ad una Chiesa scismatica.

Interpreti:

  • Tommaso Moro: Nuccio Cantamutto
  • Margherita: Chiara Eandi
  • Enrico VIII: Valerio Dell’Anna
  • Anna Bolena: Pia Ghigo
  • Giudice Alfredo: Livio Partiti
  • Sir Cromwell: Mario Bois
  • Armigeri, giudici e popolani: Allievi della scuola di teatro e il gruppo storico del saluzzese.

Regia: Valter Scarafia