Il Tacchino

Trama:

“Il Tacchino” (titolo originale Le Dindon), per i suoi ricchi intrecci comici, equivoci e colpi di scena, è forse il testo più rappresentativo del teatro del “vaudeville”.
Un esempio del teatro francese di fine ottocento, caratterizzato da una costellazione di stereotipie che coinvolgono personaggi, situazioni e modalità di costruzione teatrale, che conservano tutt’oggi un’intatta vitalità.

Ne “Il Tacchino”, come in tutte le opere di Georges Feydeau, il destino è nelle mani delle donne: infatti, anche qui, sono la Signora Vatelin e la Signora Pontagnac che dominano la situazione e tirano le fila della storia, decidendo di allearsi e poi di vendicarsi dei rispettivi mariti, di cui hanno scoperto l’adulterio, accettando la corte di uno spasimante che sarà lo stesso per tutte e due.
In tutto questo si intrecciano altri personaggi, ognuno con la sua caratterizzazione, tipica delle farse di ogni tempo, spinti sovente al limite della caricatura, ma sempre con specifici compiti nell’intrigo.

La fase borghese del teatro di Georges Feydeau culmina con “Il Tacchino”, in cui la maschera femminile raggiunge la massima specificità; parallelamente, anche le figure maschili acquistano una psicologia, nei suoi limiti, particolarmente precisa.

Interpreti:

  • Edmond Pontagnac: Riccardo Pittavino
  • Lucienne Vatelin: Paola Isoardi
  • Crepino Vatelin: Corrado Vallerotti
  • Ernest Redillon: Mario Bois
  • Clotilde Pontagnac: Micol Midulla
  • Soldignac: Marco Boschero
  • Maggy Soldignac: Annachiara Busso
  • Pinchard: Paolo Marchetto M.me Pinchard: Anna Gavatorta
  • Armandine: Valeria Cardetti
  • Gerome: Franco Bellino
  • Clara: Elena Richard
  • Il commissario: Alberto Decostanzi