Vivere a dispetto di ogni male

di Ugo Rizzato

Info e prenotazioni

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Magda Olivero, Via Palazzo di Città 15 – Saluzzo (CN)

  • Venerdì 19 Gennaio 2018 ore 21
  • Sabato mattina ore 8.30 – replica per le scuole medie e superiori

Prenotazione telefonica al numero 3393917849

Costo del Biglietto 8,00 euro intero , 5,00 euro ridotto

Trama

“Vivere a dispetto di ogni male ” è la pièce di Ugo Rizzato per la regia di Valter Scarafia. Racconta la storia de “La rosa Bianca”, una dettagliata e complessa ricerca storica dell’autore, basata su interviste, fatti e testimonianze, condensate nell’atto unico, nel quale le disumanità naziste, l’odio razziale, le lotte contro le diseguaglianze, si contrappongono al sentimento giovane, ricco di speranza, amore e umanità dei protagonisti di questa vicenda. La “Weisse Rose”( Rosa Bianca) , era un gruppo di giovani studenti della Germania nazista, i quali tentarono con tutte le loro forze di opporsi pacificamente allo strapotere nazista, rinnegando l’indottrinamento coatto per mantenere una coscienza critica e autonoma, lottarono con anima e corpo contro la disumanità del regime dittatoriale. “Vivere a dispetto di ogni male” è una citazione di J.W. Goethe, ma è anche la frase scritta da Hans Sholl sul muro della cella della prigione di Monaco di Baviera poche ore prima della morte. Hans era il fratello di Sophie Sholl, entrambi giustiziati il 22 febbraio 1943, insieme all’amico Christoph Probst e il loro mentore Karl Hubert, professore di Filosofia. Arrestati per aver pubblicato e distribuito opuscoli libertari, volantini di denuncia contro l’orrore nazionalsocialista e contro la guerra, non si pentirono delle loro azioni, ma rivendicarono la valenza politica e sociale di un sano principio morale a cui tutti avrebbero dovuto attenersi. Dopo sevizie e torture, alle quali seppero resistere per non tradire il loro movimento, furono condannati a morte. “Non c’è odio in me. Mi sono lasciato tutto, tutto dietro le spalle”, così dice Hans davanti al patibolo . I giovani de “La Rosa Bianca” hanno lasciato un segno indelebile, nella coscienza umana, dopo la seconda guerra mondiale, una luce che ancora oggi è, e deve essere, un faro guida per le generazioni future.

Personaggi e interpreti

  • Sophie Scholl, Studentessa – Maria Virginia Aprile
  • Hans Scholl, Studente – Adriano Aimar
  • Christoph Probst, Studente – Andrea Vineis
  • Robert Mohr, Ispettore Gestapo – Ugo Rizzato
  • Roland Freisler, Giudice Nazista – Carlo Panero
  • Kurt Hubert, Professore – Mauro Bocci
  • Carceriera Hels, Prigioniera – Gabriella Molineri
  • Signor Rubert Scholl, Padre di Sophie e Hans – Lionello Nardo
  • Signora Scholl, Madre di Sophie e Hans – AnnaMaria Gavatorta
  • Bidello e Avvocato – Mauro Boero
  • Giornalista Tedesca – Paola Barbero
  • Giornalista Tedesca – Nicoletta Pellegrino
  • Aiuto regia e scenografia: Ugo Rizzato
  • Luci e suoni e video: Franco Carletti
  • Costumi : Daniela Roasio

Foto